News

ATM e Trasporti nello Stretto – il Sindaco incontra gli autonomi

MESSINA – L’incontro è stato aperto da una breve introduzione degli assessori Dafne Musolino e Massimiliano Minutoli, poi il Sindaco Cateno De Luca ha esposto un quadro generale dei punti che la Giunta Comunale dovrà affrontare in fede al programma presentato alla città in campagna elettorale. Per stessa ammissione di De Luca non è ancora chiaro il dettagliato dei bilanci del palazzo municipale e delle partecipate ma la prima valutazione dei numeri non lascerebbe spazio all’ottimismo. Particolare attenzione è stata rivolta all’ATM, abbastanza lontana dal risanamento che secondo la giunta Accorinti era quasi cosa fatta. Secondo De Luca le partecipate e l’intera macchina comunale producono sprechi significativi per l’errata utilizzazione del personale, l’intenzione del governo municipale è di far rientrare i dipendenti all’interno delle mansioni per cui sono stati assunti (i pulitori facciano i pulitori, gli autisti facciano gli autisti) con l’obiettivo di internalizzare le lavorazioni oggi affidate a imprese esterne. Il secondo obiettivo è quello della mobilità interna e in ultimo la riqualificazione/ricollocazione del personale in esubero nelle qualifiche ove si lamenta carenza. UGL(Sciotto), CONFSAL(De Leo), CISAL(Montalto) e OR.S.A(Massaro) hanno dichiarato di non temere i programmi di cambiamento purché non sfocino nella compressione dei livelli occupazionali e mantengano come principio prioritario il rispetto della dignità dei lavoratori. Il tavolo ha affrontato anche la delicata questione della continuità territoriale ferroviaria messa in discussione da un emendamento alla finanziaria durante il Governo Gentiloni. De Luca, nella qualità di sindaco della città porta della Sicilia, si è impegnato ad approfondire i dettagli della vertenza dello Stretto durante il mese corrente per dare il proprio apporto alla difesa del diritto essenziale.

In alto