Hobby & Hi-Tech

Il Verona-Trento vincitore delle olimpiadi di Automazione Siemens 2016

L’istituto di Istruzione Superiore “Verona Trento di Messina” continua a collezionare vittorie e soddisfazioni. Gli studenti della specializzazione di Elettrotecnica-Elettronica saranno premiati Mercoledì prossimo 18 maggio  presso  il Centro Tecnologico Siemens a Piacenza in via Lorenzo Beretti Landi, 13, in quanto risultati vincitori di un concorso riguardante l’Automazione a livello industriale.

Il concorso era aperto a tutte le scuole italiane ed i ragazzi messinesi, guidati sapientemente dal professore Orlando Miano, hanno stupito i vertici della Siemens Italia, con il loro progetto riguardante “Il frantoio automatizzato per la produzione dell’olio d’oliva”, sbaragliando una concorrenza agguerrita.

Una innovazione che potrebbe essere utile a coloro i quali gestiscono un frantoio. Nel frantoio non automatizzato, l’intervento umano è necessario durante i vari step previsti: lavaggio, defogliazione, scuotimento, frangitura, gramolatura fino ad arrivare al decanter.

Il progetto degli studenti messinesi prevede, tramite un PLC (Program Logic Controller) opportunamente programmato per mezzo di un computer, soltanto la pressione di un pulsante; a tutto il resto penseranno i sensori (fine corsa e temporizzatori) che provvederanno a far proseguire le varie fasi di produzione dell’olio che sarà, ovviamente, a ciclo continuo finchè non si si interverrà sul pulsante di arresto generale.

Ovviamente soddisfatto il prof. Orlando Miano il quale ha dichiarato:E’ un riconoscimento che premia i ragazzi e la scuola che ha creduto e ci ha supportati in questo progetto. Anche se non lo dicevamo -prosegue il prof Miano- ci credevamo tutti ed eravamo certi che il nostro progetto avrebbe avuto il giusto riconoscimento. Abbiamo sempre pensato che la tecnologia debba essere a sostegno di una eccellenza siciliana come l’olio d’oliva. Speriamo che questo -conclude- ed altri progetti che la nostra scuola continua a sfornare, possano servire ai nostri studenti ad evitare di emigrare dalla Sicilia”.

Gli studenti che hanno partecipato al progetto sono: Francesco Ammendolia, Roberto Anterini, Marco Cannizzaro, Andrea Dini, Antonino Carcione, Emanuele Cucinotta, Stefano Cucinotta, Antonio Baronello e Diego Ciccone.

In alto