- La Gazzetta Messinese – Informazione online Messina - http://www.lagazzettamessinese.it -

La Siac pronta ad affrontare un nuovo campionato nazionale di serie B

MESSINA – Dopo aver confermato la partecipazione al campionato nazionale di serie B 2020/21, per la Siac è tempo di programmare la nuova stagione. “Partecipare al secondo campionato consecutivo e non ripartire da matricola, e’ un grande traguardo, a testa alta possiamo dire di essere stati i pionieri del nuovo corso del futsal messinese, dichiara il DG Salvatore La Mendola. Abbiamo aperto la strada a diverse società di serie C nel prendere coraggio e decisione, nel provare a fare qualcosa di più per questo meraviglioso sport, che sempre più si sta affermando a livello nazionale. A testimonianza del lavoro svolto in questi ultimi anni con i giovani messinesi (vittorie nei campionati provinciali, Allievi e Giovanissimi con finali regionali, qualificazione ai play off Under 19), sono diverse le richieste giunte da parte di società, anche di serie superiore, riguardanti i nostri giovani, e che la società sta valutando con attenzione. In particolare – continua il DG – sono orgoglioso della richiesta che ci è stata fatta da parte di una squadra di Serie A per un nostro atleta, che lo scorso anno si è messo particolarmente in mostra. Tutto ciò mi riempie di orgoglio. Abbiamo sempre ritenuto fondamentale rispettare il programma per il raggiungimento degli obbiettivi che ci eravamo posti. Quest’anno rientreranno dal prestito il giovane brasiliano Victor Pagotto, da noi tesserato la scorsa stagione, e Giuseppe Foti, che è con noi da diversi anni. Intanto – conclude La Mendola – preoccupano invece i segnali che arrivano riguardanti una possibile data d’inizio dei campionati, lo spostamento dei trasferimenti al 30 ottobre e i continui Decreti contraddittori emanati dal Governo e poi dalla Regione, fanno pensare ad un probabile inizio non prima del mese di Novembre se non oltre. Come sempre un elogiova agli sponsor che ci sostengono,è stata un’annata diciamo pure molto impegnativae gravosa economicamente, per questo non ci stancheremo mai di ringraziarli.”