Cronaca

Open Day Fidapa Messina

MESSINA – Si è svolto ieri, martedì 8 maggio, presso il Ritrovo “Fellini” di Messina, in Piazza Duomo, l’Open Day organizzato dalla Fidapa Sezione Messina, con la partecipazione della “Confcommercio Messina”. I lavori sono stati avviati alle ore 11 con i saluti della Presidente Fidapa Sez. Messina, Annamaria Tarantino, del Presidente della Confcommercio, Carmelo Picciotto, della prof.ssa Rosa Maria Trischitta, referente dell’Istituto Jaci. Annamaria Tarantino, ha colto l’occasione dell’Open Day per sensibilizzare gli studenti dello Jaci e del Maurolico sull’importanza dell’associazione e del creare una “rete condivisa” di progetti e valori. Questo messaggio è stato inviato attraverso il racconto della Storia della Sezione Fidapa Messina: dalla nascita (avvenuta nel 1971) ad oggi. Nell’organizzare questo progetto la Presidente è stata coadiuvata in particolare dalle giovani socie della Sezione, tra cui la Rappresentante Young, dott.ssa Erika Romano, l’ing. Angelica Nuccio e la dott.ssa Aurora Vesto. Erika Romano, ha salutato gli studenti, coinvolgendoli nella esposizione, parlando della propria personale esperienza di ingresso nella Sezione e sulle finalità dell’associazione “Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari”. Dopo i saluti, ha preso la parola la dott.ssa Sabrina Assenzio, Coordinatore “Progetto Valore e Territorio” della Confcommercio, per raccontare ai giovani la sua posizione di donna impegnata nel mondo del lavoro e nella società civile, ponendo l’attenzione sul ruolo delle formazioni sociali nell’inserimento lavorativo della donna nella società. A seguire è stato proiettato un video riassuntivo della Storia della Fidapa Sezione Messina, che è stato presentato dalle socie che hanno ricoperto nel tempo la carica di Presidente della Sezione: prof.ssa Mariagianna Ioli;  arch. Michela Giacobbe; avv. Susy Pergolizzi; dott.ssa Nuccia di Gennaro. Infine la Presidente, Annamaria Tarantino, ha esposto le attività svolte nell’anno sociale, tra cui l’inaugurazione della “panchina rossa” e della “Sala Audizioni Protette”. I lavori si sono conclusi con una piacevole performance coreografica della ballerina Antonella Gargano.

In alto