Cronaca

Ricordando Boris Giuliano, nell’anniversario della nascita

MESSINA – La Questura di Messina e il Comitato Cittadino “100 Messinesi per Messina” hanno voluto ricordare Boris Giuliano nel giorno in cui avrebbe compiuto 88 anni. Un evento, aperto alla cittadinanza, che si è tenuto, oggi, per raccontare l’eccezionalità di un uomo, di un poliziotto, insomma del Vice Questore Giorgio Boris Giuliano, che ha segnato un’ importante pagina della storia del nostro Paese contribuendo, con le sue indagini, ad infliggere duri colpi alla pericolosa e sanguinaria organizzazione criminale “cosa nostra”.
La commemorazione è stata ospitata in uno dei fiori all’occhiello della Città dello Stretto: il Museo Interdisciplinare Regionale, in viale della Libertà.
L’organizzazione dell’evento si avvale del  prezioso contributo del giornalista Nuccio Anselmo con l’obiettivo  di far conoscere, soprattutto agli studenti, alcuni episodi, anche divertenti, della vita professionale e privata del grande investigatore. A Messina Giorgio Boris Giuliano, tra l’altro, ha trascorso molti anni della sua vita: è qui che ha conseguito la maturità classica; è qui che si è laureato in giurisprudenza; è qui che ha conosciuto la donna che lo avrebbe accompagnato per il resto della sua vita; è qui che ha lasciato tanti amici alcuni dei quali condivideranno, in questa circostanza, esperienze bellissime vissute con lui.
Nel corso della manifestazione è stato  presentato il libro “Follow the Money” della scrittrice Valeria Siragusa, alcuni passi del quale sono stati letti dal regista Roberto Greco realizzatore del film documentario “Sopralluogo per un film su un poliziotto ucciso”.
Il momento clou della celebrazione è stata la testimonianza di Selima Giuliano, figlia di Boris presente assieme alla mamma, la Signora Maria Leotta.
Importante intervento del Questore di Messina Dott. Mario Finocchiaro,  è bene ricordare che nell’appena trascorso anno scolastico, ha dedicato a Boris Giuliano il progetto #Pretendiamolegalità: a Scuola con il Commissario Mascherpa” al quale hanno partecipato molti alunni degli istituti scolastici di città e provincia. Progetto che, quest’anno vedrà la seconda edizione sempre dedicata al grande Vice Questore,  consapevoli – conclude Finocchiaro – dell’importanza di offrire esempi sani alle future generazioni.

 

 

In alto