Cronaca

Settimana calda per la Messina Servizi Bene Comune

MESSINA – Dopo 4 mesi è stata leggittimata ad operare, ora la Messina Servizi Bene Comune dovrà muoversi per completare tutte le operazioni che faranno in modo che possa prendere il posto della fallimentare MessinAmbiente.

Scaletta di impegni ed adempimenti pienissima, per l’Amministratore Unico Beniamino Ginatempo, che per iniziare pubblicherà un bando per la ricerca di un Direttore Generale, in una decina di giorni dovrebbe ricevere curriculum sufficienti per poter sceliere una figura manageriale con esperienza nel campo dei rifiuti; nel frattempo c’è la questione dei lavoratori che devono migrare da ATO3 e da MessinAmbiente, sembrerebbe che per primi vengano “trattati” proprio quelli di ATO3 e, in funzione dell’inquadramento che riceveranno, verranno seguiti dalle maestranze della MessinAmbiente. Non meno importante l’impostazione del lavoro che il neonato soggetto, andrà a dare al comparto rifiuti cittadino. Nelle speranze c’è di estendere, fin da subito,  la differenziata all’intero territorio comunale, con l’implementazione dei mezzi che servono per poter svolgere capillarmente l’operazione, e nel contempo migliorare la gestione dello spazzamento della città con l’ausilio di nuovi mezzi meccanici, dando così l’addio alla “ramazza”.

il Dott. Ginatempo dovrà anche visionare molto bene le carte che vedono il fallimento della partecipata poichè dovrà decidere cosa può e cosa e conveniente prendere sia amministrativamente che dal punto di vista dei beni da MessinAmbiente.

In alto