All News

La Città di Messina beffata dal Governo

MESSINA – La scarsa disponibilità del Ministro Delrio nella visita fatta in città qualche giorno fa, poteva far presagire qualche notizia infausta; così è stato nell’ultimo DPEF lo Stato Italiano dimentica il Sud, ma in modo particolare Messina. Infatti nel documento di programmazione non sono previsti particolari investimenti nel Sud Italia, anzi, vengono messi in discussione quelli, per cosi dire, programmati in precedenza, tra cui manco a farlo apposta il Ponte sullo Stretto; e qui la beffa, tutto quello per cui si è speso negli ultimi decenni(circa 600 mln di euro) per studi di fattibilità e progetti di cantierizzazione, viene azzerato, e si ricomincia con uno studio sulla fattibilità e/o opportunità di collegamento stabile sullo stretto. C’è ne di avere le tasche piene, Ivan Tripodi Segretario Generale della Uil Messina sottolinea come  su ben 119 opere strategiche previste nel Def la stragrande maggioranza sono ubicate nel centro-nord del Paese. Insomma, un Documento dal chiaro sapore contro il Mezzogiorno. Questa vicenda, accanto alle indecenti scelte anti-meridionali del governo Gentiloni, evidenzia l’assoluta inconsistenza e la totale mancanza di credibilità dei rappresentanti istituzionali e politici del nostro martoriato territorio.

In alto