Cronaca

Rami sui binari – disservizi sulla tratta Messina-Catania-Siracusa

Binari sfortunati quelli di Fiumefreddo di Sicilia, – inizia così il comunicato di Giosuè Malaponti, Presidente del CIUFER Comitato Pendolari Siciliani – quasi un mese fa un inconveniente al deviatoio del doppio binario procurato da un mezzo ferroviario durante dei lavori notturni, ha paralizzato la circolazione ferroviaria per buona parte della giornata facendo transitare i treni su un solo binario con enormi ritardi e disagi per l’utenza. Oggi la caduta di un arbusto sui binari subito dopo il fatidico deviatoio in contrada Lavina ha procurato diverse ore di ritardo ai treni della Siracusa-Catania-Messina e viceversa. I fatti: il treno regionale 12876 in partenza da Catania alle ore 13.23 giunto alla fine del doppio binario, in contrada Lavina, all’ingresso della stazione di Fiumefreddo di Sicilia si è dovuto arrestare per degli arbusti caduti sui binari ed erano le ore 14.10 circa. Sono intervenute le squadre di soccorso per liberare i binari e alle 16.00 circa dopo circa due ore è ripresa la circolazione ferroviaria. Le interruzioni alla circolazione ferroviaria per problemi all’infrastruttura o per fatti esterni e/o ambientali ci possano stare, quello che invece e in special modo in questa occasione vogliamo suggerire, in occasione anche dell’approssimarsi dell’estate, al gestore dell’infrastruttura Rete Ferroviaria Italiana di attenzionare maggiormente il sedime ferroviario per evitare che rovi, arbusti possano creare problemi alla circolazione essendo all’interno della recinzione dello stesso. Abbiamo – conclude Malaponti – in questi anni chiesto più volte di mantenere e/o curare maggiormente il sedime ferroviario ricadente all’interno dei territori attraversati dalla linea ferrata.

In alto