All News

Si è spento Nino Romano

MESSINA – Si è spento Nino Romano, tra i fondatori del Movimento Cristiano Lavoratori, padre dell’attuale presidente provinciale Fortunato Romano. Classe ’34 Nino Romano all’inizio degli anni 70 fu protagonista della scissione dalle ACLI che diede vita proprio a Messina ad MCL.
A giugno del 1971,  in riva allo Stretto, un gruppo di giovani, tra cui Romano,  decisero di dare continuità all’impegno sociale e politico a servizio della Chiesa e dei lavoratori, costituendo quella che oggi rappresenta una delle maggiori organizzazioni del modo del lavoro.

Nino Romano ha segnato la vita dell’organizzazione a tutti i livelli ricoprendo l’incarico di presidente provinciale, regionale e vicepresidente nazionale. Dirigente appassionato, profondo conoscitore della Dottrina Sociale della Chiesa, ha dedicato la sua vita alla costruzione e alla crescita di un sistema che garantisse giustizia sociale e democrazia.
In tutto il suo percorso Nino Romano ha sostenuto con fermezza che la formazione, l’azione sociale e la partecipazione politica fossero elementi determinanti per la difesa dei diritti dei lavoratori e delle persone più fragili.
Nino Romano è stato importante dirigente della Regione Siciliana, ricoprendo numerosi incarichi nel governo della cosa pubblica.
Messina perde un altro dei suoi uomini illustri che a partire da questo territorio ha segnato la storia sociale della Sicilia e del Paese.

Testata registrata presso il ROC al n.25404.
Direttore Responsabile Giovanni Gentile Tutti i contenuti de lagazzettamessinese.it sono di proprietà di Soc. Cooperativa Sociale “COMPAGNIA DEI SERVIZI” P.I. 03175420839.

Scarica l'App de LaGazzettaMessinese.it

Copyright © 2015 - 2018 Soc. Cooperativa Sociale “COMPAGNIA DEI SERVIZI”

In alto